Make your own free website on Tripod.com

USARE LA SCRITTURA PER CAPIRE LA PSICHE

 

Articolo di Viviana Santoro, tratto da "Il quotidiano" di Catanzaro del 15 Aprile 2000

 

SOVERATO - Sono iniziate le giornate di approfondimento del Seminario teorico-pratico di grafologia, inaugurato venerdì scorso a Soverato alla presenza del professore Gennaro Mazza, avvocato e grafologo, presidente dell'Associazione nazionale Grafologi giudiziari, e del vicequestore Roberto Coppola, dirigente della sezione di Polizia Giudiziaria di Catanzaro.

Il Seminario, patrocinato dall’Associazione nazionale Grafologi giudiziari, dall’Associazione nazionale Carabinieri (sezione di Soverato) e dall’Amministrazione comunale di Soverato, vede come Docente il grafologo Giuseppe Cosco, che è affiancato dal Capitano dei Carabinieri Milko Verticchio. Giuseppe Cosco, perito del Tribunale e consulente della Polizia giudiziaria di Catanzaro, ha al suo attivo numerose pubblicazioni. Ricordiamo il " Manuale pratico di grafologia" (Ed. Sarva, 91), "La scrittura del malato di cancro", "Individuo malattia e medicina" ( Guide alla salute di Cartaduemila, Andromeda, BO, 95).

Il grafologo Giuseppe Cosco ha partecipato al secondo congresso nazionale di Grafologia giudiziaria in programma a Napoli in veste di relatore su "L’ ipnosi e la scrittura". Abbiamo chiesto al grafologo il perché di questo seminario soveratese : "Oggigiorno in diversi settori del sociale si fa uso di questa disciplina, ad esempio anche in campo medico-psicologico essa può dare interessanti informazioni, oltre che sullo stato psichico dello scrivente, anche sul corpo e sul suo stato di salute. - spiega Cosco - Esiste una proiezione come ha già spiegato lo psicologo Pulver, della stessa immagine corporea dello scrivente e malattie ed infermità varie che possono riflettersi, più o meno chiaramente, nel grafismo."

Il Seminario, che ha come titolo "Scrittura e carattere", si è svolto nei giorni di martedì e venerdì.

I giorni per l’approfondimento sono i seguenti : l’11 Aprile il Magistrato Aldo Fiale ha trattato il tema "Perizia grafologica e valutazione della personalità nel processo penale" ; il 18 Aprile il professore Stefano Mosella, Ordinario della cattedra di Chirurgia II al Policlinico "Mater Domini" di Catanzaro introdurrà sul tema "Rapporto tra grafia e medicina" ; il 21 Aprile il Giudice Antonio Baudi, Presidente I sezione Tribunale penale e Corte d’Assise, sul tema "La grafia e la prova" ; il 2 Maggio il professor Tullio Simoncini, assieme a Cosco, su "La scrittura e le malattie degenerative" ; il 9 Maggio il Vicequestore Roberto Coppola, su "La grafia nelle indagini di polizia" ; il 19 Maggio il professore Gennaro Mazza su "Elementi di grafologia giudiziaria" ; il 23 Maggio la professoressa Nelide Nessa, grafologa giudiziaria di Cosenza, su "Falsi in perizia".

Il corso in questione è rivolto a medici, psicologi, docenti ed educatori, avvocati, magistrati ed investigatori, ed a chiunque voglia apprendere i rudimenti della metodologia grafologica.

Le materie che saranno oggetto di studio sono le seguenti : storia della grafologia, grafologia e psicologia, il simbolismo della scrittura, grafologia ed analisi della scrittura, interpretazione dello scarabocchio, significato psicologico del colore, grafologia della coppia, elementi di grafologia giudiziaria.

Dopo il colloquio finale sarà rilasciato ai partecipanti un attestato.

 

PRECEDENTE   HOME   SUCCESSIVA